QUEENS OF THE STONE AGE – …LIKE CLOCKWORK

MI0003565295E’ parere di chi scrive che la dissoluzione dei Kyuss che ha permesso la nascita dei Queens of the Stone Age e’ stato un bene. Non sempre un gruppo nato dalla dissoluzione di un altro risulta essere così positivo (un nome per tutti: Porno for Pyros). Evidentemente Josh Homme ha avuto un senso di liberazione e negli anni ha fatto quasi dimenticare che i Kyuss siano effettivamente esistiti. I Queens of the Stone Age pero’ hanno sempre avuto la distinta caratteristica di essere un gruppo aperto, girando intorno all’unico punto fermo che e’ appunto Josh Homme. Anche …Like Clockwork non fa eccezione, ma questa volta leggere nomi come Elton John, o Jack Shears degli Scissor Sister fa una certa impressione. Eppure la copertina piena di rosso del nuovo album non puo’ che rimandare alla mente il loro capolavoro Songs for the Deaf di oltre un decennio fa, e lasciare aperta la speranza che le similitudini vadano ben oltre la grafica.

Sgombrando immediatamente il campo da ogni dubbio, …Like Clockwork si avvicina e di parecchio ad essere un nuovo capolavoro. I Queens of the Stone Age hanno costruito un album che si muove in maniera dinamica dentro i capisaldi della loro idea musicale. Non si risparmiano riff potenti di chitarra come nel singolo My God Is the Sun che in realta’ risulta , a mio avviso, essere il pezzo piu’ cliché dell intero disco, anche se in questo caso il cliché di cui si parla e di altissima qualita’. …Like Clockwork invece nella sua interezza risulta essere un disco altamente calibrato, senza eccessi, dove i momenti di calma aggiungono una dimensione drammatica e molto piu’ spaventosa di qualsiasi attacco elettrico. Questi “silenzi” non fanno altro che accentuare i “rumori” del disco, prova ne sia il ritornello di Kalopsia, una delle tracce piu’ originali del disco.

C’e’ anche una attenzione particolare alle melodie, che diventano parte essenziale del disco. Canzoni come I Sat by the Ocean , If I Had a Tail o Fairwheater Friend entrano in testa come qualsiasi melodia pop, ovvviamente avendo tutto quello che gira intorno alla canzone la caratteristica di farci dimenticare la parola pop. Like Clockwork e’ quindi un disco che non solo riporta i Queens of the Stone Age ad altissime vette (considerando che non hanno mai fatto albums al di sotto di uno standard sempre elevato) ma che rappresenta un evoluzione ed una consacrazione della loro importanza. Assolutamente imperdibile.

Mario Cutolo

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...